Terza edizione della Cena di Solidarietà, sabato sera, presso la sede della nostra Fondazione in via Dante 24.
Presenti il vescovo mons. Gianotti e oltre trenta persone che hanno voluto aderire all’iniziativa SOSTIENI IL SOSTEGNO, organizzata dall’Agesc, mirata appunto a sostenere economicamente il progetto di inclusione che la scuola ha attivato nei confronti degli alunni in difficoltà.

La nostra vuole essere una scuola inclusiva, cioè capace di vera accoglienza, dove si impara a vivere con le differenze e le diversità. Il rispetto, la partecipazione, la convivenza, non sono solo parole, ma essenza stessa del suo impegno educativo.  La scuola accoglie tutti per valorizzare le abilità di ognuno nella consapevolezza che ogni bambino è portatore della sua storia e deve trovare in questo ambiente capacità di ascolto e di proposta. 

Il progetto di inclusione costa alla scuola, ogni anno, oltre centomila euro ed ecco quindi l’iniziativa per raccogliere fondi e far sì che possa essere attuato al meglio, accogliendo tutti gli alunni che i genitori desiderano iscrivere alla scuola diocesana.

Quest’anno l’iniziativa di SOSTIENI IL SOSTEGNO ha visto una novità importante, il coinvolgimento della Banca Mediolanum che s’è impegnata a raddoppiare quanto raccolto nella cena di solidarietà.

Ad aprire la serata il presidente dell’Agesc Raffaele Bodini che ha ringraziato tutti i presenti, affermando che “le situazioni bisognose di un sostegno nelle nostre classi sono molte e diversificate e l’aiuto che viene dallo Stato non è certo adeguato.” Ecco quindi l’idea della cena di solidarietà.

Dopo i saluti del presidente della Fondazione don Giorgio Zucchelli, è seguito l’intervento della dott.ssa Claudia Gentile Family Banker della Banca Mediolanum che ha sottolineato l’impegno dell’Istituto di credito nei confronti dei bambini in difficoltà in ogni parte del mondo. Ha anche ricordato il Concerto del Coro di voci bianche della Scala, prima parte dell’iniziativa di SOSTIENI IL SOSTEGNO di quest’anno, eseguito nella chiesa di San Bernardino il 2 dicembre scorso, a ricordo dei giovani Roberto Gennari e Sara Pagnoncelli prematuramente scomparsi e che il padre Luigi Gennari ogni anno vuol ricordare con un evento particolare.

È seguita l’illustrazione culturale del problema disabilità (Uguaglianza è il diritto di ognuno di essere diverso), tenuta dalla nostra insegnante Daniela Bertoli, responsabile del progetto di inclusione della scuola, che ha sottolineato – anche attraverso un filmato – la ricchezza delle diversità che contribuiscono alla tessitura della grande arazzo della vita. Poi la composizione di un puzzle da parte di tutti i presenti che alla fine ha rivelato un’immagine di Snoopy che afferma: “Ci sono varie forme di disabilità”; “L’unica pericolosa – gli risponde Charlie – è l’essere senza cuore”!

Un grazie sentitissimo da parte della nostra Fondazione al vescovo Daniele, a tutti i presenti (ed anche ad alcuni assenti per motivi di salute e che hanno generosamente dato la propria offerta), alla Banca Mediolanum nella persona di Claudia Gentile, a tutti coloro che hanno collaborato all’ottima riuscita della manifestazione, in particolare alla ditta di ristorazione Genesi e alle signore che hanno organizzato e servito la cena.