Primo giorno di scuola, giovedì 12 settembre, per gli alunni della nostra scuola Primaria. Come sempre le attività si sono aperte con il progetto accoglienza che accompagnerà tutte e quindici le nostre classi nel corso dell’anno scolastico.

La favola “Pinocchio” di Collodi è lo sfondo integratore dell’attività scelta, in quanto offre tanti spunti per affrontare il tema dell’educazione alla cittadinanza. Il burattino di legno ribelle, con le sue fragilità, le sue contraddizioni, le sue “birichinate”, con il frequente rifiuto delle regole, aiuta i bambini a riflettere, a scoprire i comportamenti negativi da evitare e offre strumenti che danno loro l’opportunità di diventare buoni cittadini del domani.

Finalità di questo progetto sono quelle di far comprendere agli alunni, attraverso l’analisi del comportamento del burattino Pinocchio, di osservare le regole del vivere civile; di comprendere come la non osservanza delle regole sfocia nella trasgressione e, in casi più gravi, nel bullismo, di acquisire la capacità di effettuare scelte agire in modo autonomo, consapevole e responsabile, di avviare allo sviluppo dell’etica delle responsabilità verso se stessi e gli altri e di indirizzare gli alunni ad acquisire il senso di legalità.

Le attività si sono svolte in aula, in palestra dove è stata allestita una grande balena e un percorso tattile e anche in cortile, trasformato per l’occasione in un piccolo paese dei balocchi con giochi e mangia fuoco.