La nostra scuola è da sempre impegnata nell’inclusione di ogni singolo alunno, con le proprie fatiche e i propri punti di forza.
Anche quest’anno  sono state dedicate tre giornate di sensibilizzazione, 28-29-30 marzo, per imparare a guardare il mondo con nuovi occhi, sapendo così cogliere nella diversità una inestimabile ricchezza. In queste tre giornate tutti gli alunni hanno potuto approfondire il tema della disabilità visiva.

Il progetto proposto è stato accolto grande entusiasmo da tutti gli alunni, i quali hanno vissuto ogni singolo momento con grande curiosità e interesse.

L’ingresso a scuola di lunedì 28, martedì 29 e mercoledì 30 marzo 2022 è stato un ingresso davvero particolare perché le alunne e gli alunni sono stati accolti completamente al buio e solo con piccole luci soffuse a indicare la direzione delle aule.

Per ogni ordine di scuola sono state poi proposte diverse attività.

La scuola dell’infanzia ha predisposto percorsi sensoriali al buio: dopo aver oscurato l’aula di arte, i bimbi si sono cimentati nell’individuare oggetti e nel riconoscere profumi ed odori, “illuminati solo dalla luce delle stelle..”.

Le alunne e gli alunni della scuola primaria e le classi prime della scuola secondaria di primo grado sono stati coinvolti nel progetto “Oltre la scuola”, proposto da Liberi e Forti A.s.d. e U.I.C.I. (Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti).

Sono state proposte attività volte ad avvicinare anche i più piccoli alla diversità, affiancando ai tradizionali momenti di confronto, anche la pratica diretta di attività sportive al buio, condotte in palestra insieme ad alcuni esperti.

Prezioso e incisivo l’intervento, con le classi quinte, di due genitori che, con semplicità e delicatezza, hanno spiegato ai bambini come vivono la quotidianità le persone non vedenti, rispondendo alle tante curiosità e domande rivolte.

Le classi seconde e terze della scuola secondaria di primo grado e il biennio del liceo scientifico, invece, hanno preso parte all’esperienza di “Dialogo nel buio”, presso l’Istituto dei Ciechi di Milano, dove hanno sperimentato sensazioni ed emozioni completamente nuove, mai vissute, che hanno scaturito in loro molti interrogativi e altrettanti spunti di riflessione.

Le studentesse e gli studenti del triennio del liceo scientifico, infine, hanno assistito alla visione di “Rosso come il cielo”, film Evento speciale UNICEF nella sezione per ragazzi “Alice nella città” della Festa del Cinema di Roma 2006, prima di aprire un momento di confronto e discussione sulla tematica giornata di sensibilizzazione alla diversità.

La speranza è che da un punto di partenza così semplice ciascuno di loro possa coltivare un sentimento di accettazione nei confronti dell’altro, perché da un piccolo seme possono crescere grandi grandi  piante!