Grande festa di fine anno mercoledì sera per alunni, genitori e insegnanti della Dante Alighieri, la secondaria di primo e secondo grado (Medie e Liceo) della nostra Fondazione.

Il via alle ore 18.30 con grande partecipazione alla Messa di ringraziamento presieduta dal vescovo Daniele Gianotti, affiancato dal presidente della Fondazione don Giorgio e dall’insegnante don Giovanni. Commentando il vangelo il vescovo ha spronato i ragazzi a fidarsi di Dio soprattutto quando, nella vita di tutti i giorni, ci si sente presi in giro perché ci si dichiara credenti o magari perché si frequenta una scuola cattolica.

Terminata la Messa, le premiazioni delle eccellenze scolastiche.  Tutti i ragazzi della secondaria di primo grado sono stati chiamati uno a uno sul palco per la consegna dei diplomi dei laboratori frequentati durante l’anno scolastico: si sono cimentati in diverse discipline, dallo sport al giornalismo, dalla fotografia ai corsi per sostenere l’esame di lingua inglese Ket. Molti altri hanno ottenuto una medaglia per successi sportivi. Tre per avere ben figurato nei kangourou di Matematica e di Inglese.

Per il liceo sono stati premiati Francesco Cartisano per il miglior risultato scolastico alla Maturità 2015-16, Valerio Gualteri quale finalista nazionale del Kangourou di lingua inglese 2017, la classe IV vincitrice del concorso lanciato dal Consultorio Diocesano per la realizzazione del logo di “Stai sul pezzo”. Nel clima elettrizzato dai premi, gli alunni delle due sezioni di terza media hanno salutato compagni di classe e insegnanti… non senza qualche lacrimuccia. Da tutti un “in bocca al lupo” per gli esami.

Dopo le premiazioni e i saluti (erano già le 20), tutti a cena in veranda con prelibatezze  preparati dai genitori delle diverse classi.

La serata è entrata poi nel vivo con le spettacolo dei ragazzi della secondaria di primo grado, organizzato sotto i tigli del cortile della scuola. Si è trattato di una rielaborazione della storia di Alice nel paese del meraviglie. I ragazzi hanno avuto modo di conoscere la favola (la seconda e le due terze l’hanno anche vista rappresentata a teatro, mentre le due prime l’hanno vista e ripresa tramite video e attività in Inglese) e poi, sotto la guida e gli input di Sara Passerini, ne hanno rielaborato i contenuti, creando una nuova versione. L’idea è stata quella di ricreare un’atmosfera onirica, perché la favola di Alice ha proprio i colori del sogno e perché dal sogno prende voce.

Ha concluso la festa lo spettacolo dei ragazzi del Liceo che ha avuto come tema la La notte degli Oscar. A condurre la serata Valerio, Giorgia e Francesco. Ogni classe, dopo una breve illustrazione, ha presentato un video che è passato al vaglio di una giuria qualificatissima formata dai prof.  Enzo, Antonella, Antonio e da Teresa. I giurati sono stati chiamati a votare e assegnare i premi del miglior video (V Liceo), del miglior attore (Gabriele di IV) e della miglior attrice (Miriana di I). Poi Music quiz con tante canzoni e – alla fine – il saluto della V Liceo, veramente sentito e toccante… con fiumi di lacrime. Del resto non si dimentica una scuola nella quale si è passata tutta l’età più bella!  In bocca al lupo, ragazzi, per la vostra Maturità, sarete sicuramente i migliori!