In un’epoca in cui messaggi, e-mail e chat ci stanno facendo dimenticare carta e penna, i nostri alunni della classe 2 della Scuola Primaria Ancelle della Carità riscoprono la bellezza delle lettere.

Nel mese di dicembre è, infatti, partito un progetto di corrispondenza tra i nostri bambini e quelli di altre due classi di coetanei di scuole di regioni diverse: la seconda A dell’Istituto Comprensivo Borgona di Porto Torres (Ss) e la seconda D della Scuola Primaria Santa Caterina di Foligno (Pg). Il progetto prevede uno scambio epistolare per tutto l’anno scolastico con l’obiettivo di motivare la comunicazione, educare ai valori di reciprocità e della conoscenza degli altri e alla costruzione della propria identità nei vari aspetti conoscitivi, affettivi e relazionali.

Grande emozione sul volto dei nostri alunni nell’aprire il plico contenente le lettere dei loro nuovi amici di penna della Sardegna che sono stati i primi a rompere il ghiaccio. Ogni bambino si è presentato, rivolgendosi direttamente a un suo coetaneo di cui già conosceva il nome, illustrando i propri interessi. C’è chi ama i cani, chi gioca a calcio, chi adora andare al mare, chi ha una zia un po’ matta che si tinge i capelli di color pannocchia. I nostri alunni hanno quindi risposto, presentandosi a loro volta. Nella lettera i bambini sono stati liberi di aggiungere dei disegni, di esprimersi senza filtri e senza imposizioni da parte di genitori e insegnanti, aprendo il loro cuore e la loro quotidianità ai coetanei.

La speranza è che questa corrispondenza si consolidi nel tempo (è previsto almeno uno scambio al mese) e che possa durare anche oltre l’anno scolastico, accompagnando i bambini fino al termine del ciclo della scuola primaria, in un percorso comune di crescita e di amicizia.